Tu sei qua : Home page > La gente > AAA 10 ANNI D'IMPEGNO

AAA 10 ANNI D'IMPEGNO

Da ben dieci anni, il Programma Nespresso AAA Sustainable QualityTM affronta con successo una sfida: conciliare l'eccellenza del caffè, la produttività, lo sviluppo sostenibile e la salvaguardia dell'ambiente. Un successo che si deve al talento di ben 53.000 coltivatori.


“Grazie al programma, la nostra azienda è per noi un modello il cui motto è: più qualità, pulizia e organizzazione”. Parola di Diego Lopez, cafetero colombiano. Questo cafetero fa da portavoce a una decina di migliaia di coltivatori, fra uomini e donne, che sono legati al proprio territorio e confortati dalla certezza che il loro caffè sarà apprezzato in tutto il mondo. Sono loro i protagonisti del Programma Nespresso AAA Sustainable QualityTM.

Lanciato nel 2003, il Programma AAA ha ricevuto un regalo gradito in occasione del suo decimo anniversario: la prova del suo impatto positivo sulla vita dei coltivatori nonché sulla protezione del loro territorio e sull’eccellenza del caffè che Nespresso acquista da loro. La prova in questione è stata fornita da un’organizzazione colombiana indipendente, il CRECE (Centro Regionale di Studi sul Caffè), che ha condotto uno studio su un campione di 1.200 aziende agricole colombiane, affiliate e non al Programma AAA: nei tre campi d’azione menzionati il divario a favore delle aziende affiliate AAA è indiscutibile.

“Oltre alla Colombia, il programma è stato introdotto allo stesso modo anche in altri paesi”, afferma Guillaume Le Cunff, direttore internazionale marketing e strategia Nespresso. “Il percorso è arduo, certo. Ma questi dieci anni ci hanno già permesso di accrescere di pari passo la qualità dei prodotti, il benessere delle persone coinvolte e il rispetto dell’ambiente. In altre parole, si è innescato un circolo virtuoso”.


LA TERZA A

Questo programma, unico nel suo genere, deve la sua esistenza a una crescita strepitosa. All’inizio del 2000 Nespresso registra un tasso di crescita annuale elevato, un risultato positivo che può però rendere problematica la fornitura di caffè d’eccezione, alla base della qualità offerta da Nespresso. Come coniugare allora eccellenza e quantità? Avviando un vero e proprio partenariato tra Nespresso e i coltivatori.

In che modo? Introducendo un nuovo standard qualitativo: in alcuni paesi i caffè di alta qualità sono contraddistinti dalla dicitura AA. Da qui l’idea di aggiungere una terza A per indicare la sostenibilità economica, ambientale e sociale. I collaboratori che decidono di impegnarsi in questa collaborazione, beneficiano di una remunerazione superiore. Inizia così a delinearsi un nuovo modello di produzione e commercializzazione del caffè.

Questo grande progetto deve operare sulla fiducia, sulla condivisione e sulla passione. I cafeteros che aderiscono al programma AAA sono dei pionieri, che necessitano di consigli e assistenza. A chi spetta fornire questo sostegno? Agli agronomi itineranti, commissionati da Nespresso e provenienti da organizzazioni del settore, come gli “extensionistas” della Federazione nazionale dei produttori di caffè colombiani, esperti che seguono i cafeteros giorno dopo giorno nelle loro attività.

Occorre poi valutare i progressi raggiunti dai singoli produttori. Nespresso mette così a punto il primo strumento di valutazione della qualità sostenibile, il TASQTM, il quale indica il colore ideale delle ciliegie da raccogliere e pone le domande giuste: come vengono gestite le risorse idriche dell’azienda? I raccoglitori hanno una sistemazione adeguata? Per un totale di 296 criteri grazie ai quali i coltivatori di caffè hanno modo di perfezionare la qualità del loro operato, sempre con il sostegno di un agronomo.

Il Programma AAA muove i primi passi in Costa Rica. Una nota ONG, The Rainforest Alliance, diventa uno dei suoi capisaldi, in virtù del suo impegno a favore della tutela della foresta pluviale tropicale e dell’agricoltura sostenibile. La sua è una strategia efficace: “Abbiamo subito capito che la collaborazione con le imprese poteva essere fruttuosa”, ricorda Chris Willie, uno dei fondatori. “Il peso del settore privato sull’ambiente è di gran lunga superiore a quello di tutti i governi del mondo messi assieme”. Gli incarichi vengono suddivisi sulla base delle competenze dei diversi individui: Nespresso garantisce la qualità, mentre The Rainforest Alliance si occupa dello sviluppo sostenibile. Agronomi, partner locali, cooperative e trasportatori completano questo scenario, al centro del quale si trovano i coltivatori di caffè.

UN PROGRAMMA CHE GUADAGNA TERRENO

A dieci anni dal suo inizio, il Programma AAA conta tra i propri aderenti coltivatori provenienti da ben otto paesi: Costa Rica, Messico, Nicaragua, Guatemala, Colombia, Brasile, Etiopia e India.


SCOPRIRE IN STESSI NUOVE RICCHEZZE

Se una coffea deve attendere quattro anni prima di dare i suoi bei frutti, inserirsi all’interno di un programma complesso come questo richiede tempi pressoché analoghi. Quattro, infatti, sono gli anni impiegati dal coltivatore di caffè colombiano Diego Lopez per incrementare la sostenibilità della sua attività e consolidare la qualità della sua coltivatore di caffè: “Abbiamo compiuto sforzi enormi, ma il gioco è valso la candela! Noi raccogliamo soltanto ciliegie perfette”. Il caffè di cui Diego va così fiero, il Gran Cru Rosabaya de Colombia, diffonde il suo aroma in tutto il mondo. Per i territori di Cauca e Nariño, dove viene prodotto, è visto come un simbolo nazionale: “Racchiude in i sapori della regione, il lavoro di uomini e donne”, per utilizzare le parole di un agronomo entusiasta.

L’aspetto più straordinario del Programma AAA consiste nella possibilità che viene data a ognuno di scoprire ricchezze nascoste. I coltivatori di caffè di Santander, in Colombia, mostrano di apprezzare questa condivisione di sapere: il Programma li ha portati a stringere legami con i coltivatori di caffè del dipartimento di Tolima, ossia con connazionali che vivono e lavorano a più di dodici ore di distanza. Altri parlano della tutela dei fiumi, della coltivazione alternata in appezzamenti, della costruzione di un’area di essiccamento coperta… È lunga la strada percorsa. E l’ambiente è senza dubbio il fondamento dell’iniziativa.

La vegetazione che cresce rigogliosa in prossimità delle piante di caffè offre alla biodiversità la stessa protezione della foresta tropicale: orchidee e colibrì non hanno nulla da temere. E il Programma AAA è la prova lampante che qualità e sostenibilità possono andare di pari passo: a Jardín, in Colombia, un’unità di spolpatura e lavorazione delle ciliegie di caffè – di cui Nespresso ha sostenuto la realizzazione – riduce di 2,5 volte il consumo d’acqua, aumentando contemporaneamente la qualità della produzione e i guadagni dei coltivatori! A proposito del Programma, un cafetero afferma divertito: “Abiti migliori, pasti migliori… sembra una fiaba!”


LA SODDISFAZIONE DEI COLTIVATORI: IL SEGRETO DI UN CAFFÈ D’ECCEZIONE

Pensare di poter raggiungere una sostenibilità assoluta è un po’ come pensare di raggiungere l’orizzonte: impossibile. Ma non per questo bisogna desistere. Dieci anni d’impegno costante hanno insegnato una lezione importantissima: la soddisfazione dei coltivatori di caffè è una condizione imprescindibile se si vuole ottenere un caffè di qualità. Una lezione preziosa per tutti i protagonisti della filiera, accomunati da un nobile obiettivo: quello di crescere insieme.


Testi Francis Dolric - Fotografie Olivier Gachen



AAA Farmer Future

Nespresso

AAA Farmer Future

Leggi Leggi

Archivi

Tutta la gente Guarda Guarda

© Nestlé Nespresso S.A. 2010 . Nespresso Policy . Terms & Conditions . Chi siamo . Credits . Nespresso Websites
Opsone Fcinq