• Maiuscola attiva

  • Registrazione al Club Nespresso Svizzera
Carrello : {{totalFormattedPrice}}

Glossario

  • ACIDITÀ

    L'acidità è un gusto di base percepito dalle papille gustative, per lo più sui lati della lingua. È una sensazione forte paragonabile a quella provocata dal succo di limone. Dà vivacità al caffè.
  • AGRUMATA (NOTA)

    Ricorda tutti i tipi di agrumi, soprattutto il limone e il bergamotto.
  • BARISTA

    Persona specializzata nella preparazione dell'espresso e di tutte le ricette a base di caffè: cappuccino, caffelatte, caffè macchiato, ecc. 

  • AMARO

    L'amaro è un gusto di base percepito dalle papille gustative. Ricorda la cicoria, il cioccolato fondente e il cacao con il loro caratteristico sapore amaro. L'amaro è un elemento indispensabile dell'espresso. È a questo gusto che l'espresso deve la sua persistenza in bocca.
  • BLEND

    Miscela di diversi cru di caffè in base al loro profilo sensoriale per ottenere un sapore preciso e armonioso. Poiché la qualità delle raccolte può variare sensibilmente, la miscela deve essere continuamente dosata in modo da ottenere un sapore finale costante.
  • CORPO

    Termine che si riferisce alla pienezza, alla viscosità e alla densità del caffè in bocca. Un caffè corposo è un caffè che dà una sensazione di spessore in bocca ed è molto forte. Un caffè che ha poco corpo, invece, viene percepito come acquoso e fluido.
  • BURROSA (NOTA)

    Ricorda i prodotti a base di burro o latte, le dolci note di vaniglia e caramello che ritroviamo nei biscotti e nelle torte, o gli aromi che si sprigionano durante la cottura dei dolci.
  • CACAO (NOTA)

    Ricorda il cioccolato fondente, il cacao. A volte, questa nota è accompagnata da accenni di liquirizia.
  • CAPSULA

    Nespresso ha messo a punto un procedimento esclusivo per il confezionamento del caffè che prevede l'utilizzo di capsule di alluminio sigillate ermeticamente. La capsula mantiene una pressione interna ideale, che conserva intatti i circa 900 aromi e sapori del caffè appena macinato per 12 mesi fino al momento della degustazione, garantendo in tal modo la preparazione di un espresso di qualità eccellente e costante. 

  • CEREALE (NOTA)

    Raggruppa i profumi di prodotti cerealicoli: il pane, la crosta di pane, i toast, i cereali della prima colazione. Ricorda, talvolta, anche i frutti secchi come le noci, le nocciole o le mandorle. 

  • CILIEGIA

    Nome conferito al frutto della pianta di caffè. Inizialmente verde, la ciliegia diventa rossa quando raggiunge la maturazione. Sullo stesso ramo possono trovarsi ciliegie di caffè che hanno diversi gradi di maturazione.
  • PIANTA DEL CAFFÈ

    Arbusto appartenente alla famiglia delle Rubiacee che si suddivide in due specie principali: il "Coffea arabica", da cui si ottiene la varietà Arabica, e il "Coffea canephora", da cui si ottiene la varietà Robusta.

  • CONTROLLO

    Tutte le fasi sono sottoposte a un rigido controllo della qualità. Appena giunto in Europa, il caffè verde viene controllato per verificarne lo stato dopo il trasporto. Una volta accettata la consegna, il caffè viene trasportato fino al centro di produzione Nespresso di Orbe, in Svizzera. Qui, da ogni sacco di caffè si preleva un campione che viene successivamente tostato e degustato. In questo modo si verifica la conformità delle caratteristiche sensoriali del caffè, il grado di umidità e il calibro dei chicchi. 

     

     

  • CREMA

    L'elevata pressione della macchina Nespresso durante l'estrazione, unita alla freschezza e alla qualità del caffè, creano una crema che non ha pari per consistenza.

    Una volta preparato, l'espresso continua a svilupparsi. Alcuni aromi, quelli più floreali, tendono ad affiorare per primi, mentre altri, quelli più torrefatti e corposi, necessitano di più tempo per emergere. La presenza di crema è indispensabile per sprigionare e al contempo proteggere questi aromi. Subito dopo l'estrazione, infatti, la crema, formata da caffè liquido e aria, sprigiona gli aromi nella tazza. Una volta stabilizzata, serve invece da "pellicola" trattenendo gli aromi più volatili.

    La qualità della crema contribuisce alla prima impressione che si ha del caffè Nespresso, agendo sulla percezione del caffè e anticipando la delizia del palato.

  • DECAFFEINAZIONE

    Metodo naturale o chimico che consiste nell'estrarre la caffeina dal caffè verde prima della torrefazione. Nespresso impiega un metodo naturale al 100%.

  • METODO A SECCO

    Procedimento di lavorazione delle ciliegie del caffè costituito da essiccazione e decorticazione. In questo modo si rimuove la pellicola esterna delle ciliegie per recuperare i due chicchi, o fave, contenuti all'interno. Si ottiene così il caffè verde detto "non lavato".
  • ESPRESSO

    Termine che deriva dal verbo esprimere. Un vero espresso è quindi l'espressione, l'anima stessa del caffè. Grazie a un sistema unico al mondo, Nespresso è riuscita a catturare questo spirito, che desideriamo farle conoscere analizzando con lei il sottile meccanismo della degustazione. Dalle sue percezioni gustative, visive, olfattive e tattili nascerà un'emozione ricca, complessa e intensa. L'emozione che ha portato gli iniziati a riconoscere in Nespresso un espresso eccezionale. 

  • SAPORE

    Insieme di sensazioni percepite in bocca quando si degusta un caffè.
  • FRUTATTO-VINO (NOTA)

    Ricorda i frutti rossi (bacche, ribes nero, uva, fragola, lampone, mirtillo). A volte questo gusto è associato ad altre note fruttate quali l'albicocca, la prugna, la mela, la pera o la pesca.
  • CAFFÈ VERDE

    Termine che designa i chicchi di caffè dopo il trattamento e prima della torrefazione. È sotto forma di caffè verde che il caffè viene spedito ai torrefattori come Nespresso.
  • MACINATURA

    Operazione consistente nel ridurre in polvere i chicchi di caffè appena torrefatto. Dal grado di macinatura dipendono successivamente la velocità con cui scorre il caffè e il suo profilo aromatico.
  • INTENSITÀ

    L'intensità di un espresso si misura in base al grado di torrefazione, al corpo e all'amarezza. Non è correlata alla percentuale di caffeina contenuta nell'espresso.
  • CAFFÈ MONSONATO

    In India, il caffè verde viene esposto ai monsoni. Questo processo permette ai chicchi di gonfiarsi grazie all'umidità e conferisce al caffè degli aromi particolarmente ricercati.
  • PICKING

    Raccolta delle ciliegie di caffè effettuata interamente a mano per garantire la migliore qualità di caffè.
  • TORREFATTA (NOTA)

    Nota che si sviluppa con la torrefazione e si sprigiona quando si prepara il caffè. Ricorda l'odore del chicco torrefatto negli impianti di torrefazione.
  • TORREFAZIONE

    Operazione che consiste nel "tostare" il caffè verde per valorizzare i sapori e i 900 aromi del caffè. Questa operazione precede la macinatura.

  • OLFATTO

    Prima ancora di assaporare il caffè, può percepire con l'olfatto gli aromi che si sprigionano da un espresso. Inizialmente si percepiscono gli aromi volatili che corrispondono alle note più delicate: floreali per Vivalto, di limone per Cosi, di frutti rossi per il Decaffeinato. Mescolando il caffè con un cucchiaino, emergeranno note più intense, di cereali per Capriccio, legnose per il Roma e di cacao per Arpeggio.

  • CAFFÈ PURE ORIGIN

    Caffè proveniente da una sola piantagione e non miscelato. Sono di questo tipo i Grand Cru Limited Edition che Nespresso propone ogni anno.
  • STRIPPING

    Metodo di raccolta delle ciliegie di caffè effettuata sgranando completamente il ramo. La cernita avverrà in seguito.

  • CAFFÈ LAVATO

    Termine con cui si designa il caffè verde dopo il trattamento con il metodo umido. 

  • METODO UMIDO

    Procedimento di lavorazione delle ciliegie del caffè costituito da lavaggi successivi, cernita, poi essiccazione. In questo modo si rimuove la pellicola esterna delle ciliegie per recuperare i due chicchi, o fave, contenuti all'interno. Si ottiene così il caffè verde detto "lavato".

  • LEGNOSA (NOTA)

    Ricorda l'odore di legno asciutto, matite di legno e prodotti invecchiati in botti di quercia. Può essere associata a note resinose o al legno aromatico.